Archive for the ‘RetroGaming’ Category

 

ModelExpo 2016 – Fiera di Verona – Retrocampus sarà presente ! – 8. maggio, 2016

13266030_10154149572982645_1447330153238501292_nSi svolgerà nei giorni 21 e 22 Maggio  presso l’ente fiera di Verona il MODELEXPO 2016.
Quest’anno gli organizzatori hanno deciso di dedicare un intero padiglione a quello che era il gaming anni ’80. Quindi ovviamente assieme a modellismo, Lego, Star Wars, giochi da tavolo e tutto quello che è ludico anni 80 ci saremo anche noi.
Abbiamo a disposizione un’area dedicata dove potrete trovare 20 Cabinati Arcade a gioco libero, 20 Console e Home Computer dall’inizio della storia del videogioco ad oggi.

Per informazioni o partecipare scrivi a arcade@retrocampus.com

per vedere le nostre attività http://arcade.retrocampus.com

Visita il nostro Canale Youtube

Come raggiungerci: http://www.modelexpoitaly.it/come-arrivare/

BitStory – Evento sulla storia dell’informatica e del videogioco a Milano. – 7. marzo, 2016

Lo scorso sabato 5 marzo a Milano (presso lo spazio Ex Fornace, Alzaia Naviglio Pavese, 16), l’associazione culturale RetroCampus ha partecipato alla prima edizione di BitStory (www.bitstory.it) mostra convegno con testimoni ed esperti di storia dell’informatica, con un esposizione di pezzi dedicati alla storia dell’informatica personale e del videogioco.

E’ stato possibile ammirare oltre alla PCB originale del primo videogioco di Atari “PONG” che diede origine al mercato mondiale del videogioco,  la PCB originale di “BreakOut” autografata da Nolan Bushnell, fondatore di Atari e ideatore del videogioco stesso.

Se esiste un “anello di congiunzione” tra il videogioco e l’informatica personale è forse identificabile con il videogioco di “BreakOut” di Atari. Questo “video-gioco” infatti fu commissionato da un giovane Nolan Bushnell ad un altrettanto giovane Steve Jobs, un neo-collaboratore di Atari al quale venne affidato il compito di realizzarne la PCB. Come molti sanno il lavoro alla fine lo fece un altro (sotto pagato) “Steve”, meglio conosciuto come “Woz”, il quale portò poi tutta l’esperienza acquisita nella realizzazione di questo videogioco nel progetto dell’Apple II.

Abbiamo quindi esposto alcuni modelli di Apple II accesi e funzionanti oltre a console di videogiochi Atari sulle quali riprovare le emozioni di 30 e più anni fa giocando ad alcuni titoli indimenticabili.

Dell’associazione RetroCampus era presente anche il progetto Retroedicola Videoludica (www.retroedicola.it) di Mauro Corbetta, dedicato alla preservazione di riviste storiche di videogiochi e computer, ed è stato distribuito anche lo speciale dedicato all’anniversario del trentacinquesimo anno di età del videogioco PAC MAN.

Infine il nostro segretario Carlo Santagostino ha tenuto nello spazio dedicato alla conferenze lo speech “LuxLudica” dedicato alla storia del videogioco.

 

Happy Space Christmas Invaders from RETROCAMPUS! – 25. dicembre, 2015

Tanti auguri di Buon Natale e Felice Anno Nuovo a tutti i nostri lettori, associati e simpatizzanti.

Dall’associazione RETROCAMPUS vi facciamo questo regalo, un’immagine a tema natalizio appositamente realizzata per celebrare la nostra passione, un icona per la storia del videogioco universalmente riconosciuta!

HAPPY XMAS INVADERS! 

XmasInvaders

Quelli che … I videogiochi – 12 e 13 Dicembre 2015 – 14. dicembre, 2015

La manifestazione “Quelli che … i video giochi” è stata la prima presentazione pubblica della sezione dedicata alla preservazione dei videogiochi “arcade” dell’associazione Retrocampus.

Grazie alla disponibilità della amministrazione comunale di Pastrengo (VR) è stato possibile organizzare un week-end all’insegna del retro gaming.

Fulcro dell’evento la ricostruzione di un ambiente con l’accoglienza sonora tipica di una sala giochi anni ’80, un profumo di caffè offerto da Davide con la sua macchina per l’espresso del ’55 e melodie del Juke box AMI 200, riuscendo nell’intento di coinvolgere sia emotivamente che tecnicamente i presenti.

E’ stato possibile giocare con:

  • Super Breakout del ’78 – videogioco in bianco e nero in edizione Atari Europe
  • Space Invaders del ’79 by Model Racing
  • Mario Bros
  • PacMan
  • Asteroids Atari
  • Crazy Kong della Falcon
  • Dragon’s Lair by SIDAM
  • Operation Thundebolt by Negro
  • Badlands , Atari Games
  • California Speed , Atari Games
  • 4 Multigame

Assieme a qualche Flipper in tema.

La sezione Home Computer di Retrocampus ha presenziato con:

  • Atari Vcs 2600
  • Commodore 64
  • Atari 7800
  • Vectrex
  • Intellivision
  • Amiga 1000

Durante l’evento è stato possibile assistere anche allo speech “Lux Ludica” sulla storia del videogioco presentato dal nostro segretario Carlo Santagostino.

Games Week 2015 – Incontro con Toru Iwatani, l’ideatore di PAC MAN. – 14. novembre, 2015

Si è appena conclusa la manifestazione italiana più importante dedicata al mondo dei videogiochi, la Games Week 2015.

Come ogni anno Retrocampus ha partecipato alla manifestazione, nello spazio dedicato alla storia del videogioco, grazie alla collaborazione con i ragazzi di gamescollection.it capitanati da Federico Salerno.

Importante ospite della manifestazione Toru Iwatani, inventore del celebre videogioco PACMAN, è venuto a visitare il nostro allestimento dedicato ai festeggiamenti del 35 anno dalla presentazione sul mercato.

L’allestimento prevedeva una ricostruzione del cabinato originale di PACMAN, curato da Alessandro Bolgia, presidente della sezione Retrocampus Garda con sede ad Affi (VR) dedicata alla preservazione del videogiochi arcade ed alla storia del videogioco.

ODISSEA? Chi era costui? – 25. ottobre, 2012

Quarta di copertina del numero di gennaio 1976 di Sperimentare.Oggi, sistemando la documentazione per l’imminente mostra di Brusaporto (vi aspettiamo il 28 ottobre per la mostra monotematica sui PONG e la storica riaccensione di un PDP11), ho fatto una scoperta che oserei definire molto interessante per la storia dei videogames in Italia.

Non si aveva la certezza (sino ad ora) che quella che viene comunemente considerata come la prima console per videogiochi della storia, il Magnavox Odyssey, fosse stato ufficialmente venduto nel nostro paese.

Ma mentre sistemavo le scansioni del numero di gennaio 1976 di “Sperimentare – rivista mensile di elettronica pratica”, cosa ti vedo in quarta di copertina? “ODISSEA – La sala giochi in casa” … ma è il Magnavox Odyssey… tradotto in italiano e distribuito ufficialmente dalla GBC (lo stesso distributore che porterà in italia, tra gli altri, anche tutti i personal della Sinclair).

…ora non ci resta che reperirne un modello, abbandonato in qualche buia cantina o solaio polveroso… la caccia è aperta!


Carlo Santagostino.