Atari FlashBack 8 in dettaglio…

Recentemente in una popolare catena di vendita di elettrodomestici italiana è stata messa in vendita “sottocosto” una ri-edizione di una console di videogiochi, l’Atari VCS, conosciuto anche come Atari 2600, storica console degli anni ’70, la prima console di successo mondiale della storia.

L’Atari VCS 2600 non è nuovo a queste ri-edizioni, si tratta infatti della versione n.8 del “FlashBack”, console prodotta dalla AtGames con licenza ufficiale della Atari Inc. e che ricorda in versione “mini” le fattezze del vecchio Atari modello “woody” e include una serie di giochi pre-caricati con licenza di Atari, Activision e Mattel.

 

Al costo di soli 19,90€ era possibile portarsi a casa questo oggetto e visto che molti dei nostri lettori ci hanno chiesto un nostro parere a riguardo abbiamo pensato di fare cosa gradita analizzandola in dettaglio.

I joystick sono delle “repliche” dello storico modello CX40 di Atari, divenuto “icona” del joystick per antonomasia e ne mantiene la compatibilità adottando il classico standard “Atari” del connettore a nove pin permettendo di usare questi joystick anche su vecchi Atari classici e Commodore che usano il medesimo standard.

 

Il modello come potete vedere dalle foto non è identico al 100%, alla base è leggermente più piccolo anche se mantiene le proporzioni del suo antenato (leggermente rettangolare) mentre l’altezza è la medesima.

  

Le differenze non sono però solo estetiche. L’asta del joystick è interamente in plastica, l’unica parte in gomma è il soffietto alla base al contrario del CX40 che ha tutta l’asta in gomma e solo l’anima all’interno in plastica.

 

All’interno la costruzione utilizza materiali moderni, i contatti sono identici ai più recenti joypad e questo migliora la risposta del joystick, sopratutto per le diagonali, anche se rende il “gioco” di movimento dell’asta più lungo rispetto al classico che ha un “gioco” molto stretto.

 

La console è di facile apertura, cinque viti (di cui una centrale nascosta dall’etichetta) e la console è aperta rivelando che la PCB è agganciata alla parte superiore del case.

 

L’unica uscita video disponibile è il cavo videocomposito con audio mono. Sulla PCB si vedono delle altre piazzole vuote, pronte per essere saldate a “qualcosa”… ma per ora non sappiamo a cosa possano servire.

  

C’è da dire che lo spazio interno a disposizione è molto, e come qualcuno ha suggerito, la tentazione di usarlo come case “custom” per progetti di retrogaming è tanta! Il Raspy ci sta comodo comodo…

Per quanto riguarda i giochi sono tutte riproduzione dei classici giochi VCS dell’epoca, tra cui anche il mitico Pitfall  di David Crane. Solo due giochi, Frogger e Space Invaders non sono le versioni VCS ma delle versioni appositamente riprogrammate per l’hardware del Flashback e che imitano il più possibile le rispettive versioni Arcade.

 

Il motivo di tale scelta è ignoto e non c’è alcuna indicazione di questo ne nelle istruzioni ne tantomeno sulla confezione.

 

Il giudizio finale è positivo, ovviamente rispetto al costo di 19,90€, ne vale la pena anche solo per riciclare i joystick da usare anche con altri retrocomputer e console d’epoca, oppure per utilizzare il case per progetti “custom”.

Anche l’utilizzo estemporaneo come “mini” Atari VCS non è male e permette di rivivere velocemente e facilmente esperienze ormai sopite nel tempo, oppure come mezzo per dimostrare alle nuove generazioni come erano i videogiochi “dei nostri tempi”.


Carlo Santagostino (c) 2018.

 

4 pensieri riguardo “Atari FlashBack 8 in dettaglio…

  • 04/06/2018 in 01:50
    Permalink

    Ottima recensione. Aggiungo che anche il master system riprodotto dalla stessa casa è in vendita a 19.90.

    Risposta
    • 04/06/2018 in 13:33
      Permalink

      Grazie per i complimenti! Si, confermiamo che c’è anche una versione Flashback Sega a 19,90 ma non si tratta del Master System ma bensì del Megadrive (Genesis).

      Risposta
  • 09/06/2018 in 10:03
    Permalink

    posso chiedere qualche indicazione sulla catena di negozi che sta facendo queste offerte?grazie

    Risposta
    • 17/06/2018 in 16:47
      Permalink

      Certo, si tratta della catena UNIEURO ma l’offerta a volantino purtroppo è terminata.

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.